La società

Atomic Media è un’impresa italiana. Le nostre radici sono forti e lontane. L’Italia è un Paese di santi, poeti, navigatori. E inventori. Siamo figli di Guglielmo Marconi, Antonio Meucci, Giulio Natta e Enrico Fermi. La radio, il telefono, la plastica e l’energia nucleare sono italiani. Siamo abituati a lavorare nel futuro.

Il nostro oggi e domani è la realtà digitale. Atomic Media è la risposta alle tue domande. Ascoltiamo i Social Media e traduciamo parole, suoni e immagini in prodotti e servizi per le persone e le aziende. Riorganizziamo il caos e lo mettiamo a disposizione del tuo business, dei tuoi interessi, delle tue passioni.

I santi sono i clienti: ognuno di loro per noi è unico. La poesia è il codice: il nostro algoritmo che va dritto al cuore del dibattito sulla rete. I navigatori sono le persone: connessioni che diventano emozioni. Noi siamo gli inventori.

Non importa se la tua azienda è grande o piccola. Quando ti dicono “non si può fare”, quando ti dicono che il “tuo business è vecchio”, quanto ti ammoniscono che “il talento non basta”, sorridi. L’hanno detto anche a noi. E siamo andati avanti mentre loro restavano indietro. Non lasciare che altri guidino le tue opinioni: conosci, partecipa, costruisci il tuo network. Libera il tuo tempo, condividi il tuo pensiero e fallo diventare un porto sicuro nella rete in tempesta. Non mettere limiti ai tuoi sogni, il mondo oggi è senza confini. Atomic Media è la tua bussola e la tua mappa. Leva l’ancora e comincia a navigare.

Non ti perderai, perché noi non pensiamo mai al futuro, ci abitiamo.

Il Team

Fabio D'Alessandro

Fabio D'Alessandro

CEO & PARTNER

Non esiste vento favorevole per il marinaio che non sa dove andare. Seneca

Matteo Fago

Matteo Fago

BUSINESS STRATEGIST & PARTNER

Fondatore, Direttore Tecnico e Membro del CdA di Venere.com. È un Angel ed un investitore VC.

Mario Sechi

Mario Sechi

media strategist & PARTNER

La televisione non potrà reggere il mercato per più di sei mesi. La gente si stancherà subito di passare le serate a guardare dentro a una scatola di legno. Darryl F. Zanuck